Il defunto odiava i pettegolezzi

Serena Vitale

You are here: Home - Uncategorized - Il defunto odiava i pettegolezzi


Il defunto odiava i pettegolezzi

Il defunto odiava i pettegolezzi Mosca aprile Intorno alle undici del mattino i telefoni si mettono a suonare tutti insieme come indemoniati diffondendo l oceanica notizia del suicidio di Vladimir Majakovskij uno sparo al

  • Title: Il defunto odiava i pettegolezzi
  • Author: Serena Vitale
  • ISBN: 9788845929915
  • Page: 372
  • Format: Paperback
  • Mosca, 14 aprile 1930 Intorno alle undici del mattino i telefoni si mettono a suonare tutti insieme, come indemoniati, diffondendo l oceanica notizia del suicidio di Vladimir Majakovskij uno sparo al cuore, che immediatamente trasporta il poeta nella costellazione delle giovani leggende Per alcuni quella fine appare come un segno morta l utopia rivoluzionaria Ma cMosca, 14 aprile 1930 Intorno alle undici del mattino i telefoni si mettono a suonare tutti insieme, come indemoniati, diffondendo l oceanica notizia del suicidio di Vladimir Majakovskij uno sparo al cuore, che immediatamente trasporta il poeta nella costellazione delle giovani leggende Per alcuni quella fine appare come un segno morta l utopia rivoluzionaria Ma c anche il coro dei filistei si ucciso perch aveva la sifilide perch era oppresso dalle tasse perch in questo modo i suoi libri andranno a ruba E ci sono l imbarazzo e l irritazione della nomenklatura di fronte a quella stupida, pusillanime morte , inconciliabile con la gioia di Stato Ma che cosa succede davvero quella mattina nella minuscola stanza di una kommunalka dove Majakovskij da poco arrivato in compagnia di una giovane e bellissima attrice, sua amante Studiando con acribia e passione le testimonianze dei contemporanei, i giornali dell epoca, i documenti riemersi dagli archivi dopo il 1991 dai verbali degli interrogatori ai pettegolezzi raccolti da informatori della polizia politica , sfatando le varie, pittoresche congetture formulate nel tempo, Serena Vitale ha magistralmente ricostruito quello che ancora oggi considerato, in Russia, uno dei grandi misteri fu davvero suicidio dell epoca sovietica E regala al lettore un trascinante romanzo indagine che anche un fervido omaggio a Majakovskij, realizzazione del suo estremo desiderio parlare ai posteri e ai secoli, alla storia, al creato in versi.

    • Best Download [Serena Vitale] ↠ Il defunto odiava i pettegolezzi || [Thriller Book] PDF ☆
      372 Serena Vitale
    • thumbnail Title: Best Download [Serena Vitale] ↠ Il defunto odiava i pettegolezzi || [Thriller Book] PDF ☆
      Posted by:Serena Vitale
      Published :2019-01-08T20:21:40+00:00

    One thought on “Il defunto odiava i pettegolezzi

    1. Sophie on said:

      Για τον θάνατό μου να μην κατηγορηθεί κανείς και, παρακαλώ, να μην γίνουν κουτσομπολιά. Ο μακαρίτης τα σιχαινόταν φοβερά. Η Βιτάλε ανασκευάζει την προσωπικότητα και τις ώρες που οδήγησαν στην αυτοκτονία του Μαγιακόφσκι μέσα από μαρτυρίες τρίτων, των συγχρόνων του, των εφημ [...]

    2. Thomas on said:

      Βαθμολογία: ★★Διάβασα το μισό και έμαθα κάποια σημαντικά πράγματα για τον Μαγιακόφσκι, αλλά ο τρόπος που ήταν γραμμένο με έχασε και δεν θεώρησα ότι συνεχίζοντάς το θα κέρδιζα κάτι παραπάνω. Η παράσταση «Η ιστορία του Β.Μ.» που συμπτωματικά παιζόταν στη Θεσσαλονίκη και είδ [...]

    3. Tittirossa on said:

      Un inno ai pettegolezzi, di regime, degli amici, dei nemici. Delle amanti in carica, passate presenti e future. Dei vicini, dei testimoni, dei passanti. Della Ceka e del primo KGB. Di Stalin e Kruscev. Di tutti quelli che hanno cercato di mettergli il cappello in testa. Dei tanti che hanno cercato di appropriarsene. Non si può non provare simpatia per Volodja che sentiva scemare il talento e ne soffriva, più della mancanza d’amore della pischella di turno (la Polonskaja con le casalinghe pre [...]

    4. Frabe on said:

      Docente universitaria, Serena Vitale è avvezza alle tesi di laurea: questa, molto corposa, con trenta pagine di fonti, è sulla fine del poeta e drammaturgo Vladimir Majakowskij. Contiene tutto quanto l'autrice ha potuto raccogliere sul tema, i fatti - certi, probabili, possibili, dubbi, inspiegabili - e le parole - pettegolezzi compresi - di uno stuolo di testimoni a vario titolo, spesso in contrasto fra loro. Esporre “tutto” su un argomento è decisamente troppo, per me. Quanto poi a pres [...]

    5. Giovanna on said:

      Resto con la sensazione che questo libro sia un'occasione persa: la professoressa Vitale, con la marea di documenti che aveva raccolto, avrebbe potuto parlare della morte di Majakovskij da mille angolature, rielaborare il materiale in una forma che avvicinasse di più il lettore; invece il volume resta una raccolta di stralci di verbali, documenti, dichiarazioni che si fanno sempre più ripetitive man mano che si va verso la fine. Manca, per di più, una guida che imprima una direzione a tutte l [...]

    6. MariaRosaria on said:

      Ricostruzione storica della morte di un grande poeta futurista in un Paese in crisi di identità.

    7. Simone Subliminalpop on said:

      Molto interessante e godibile (anche grazie alla sua agile struttura) soprattutto per chi conosce e apprezza Majakowskij, ma anche per avere un quadro (ovvio, parziale) della Russia dell'epoca.

    8. Don Mario on said:

      Scelto dalla critica per il Premio Mondello, questo testo ha suscitato la mia curiosità per l'impostazione del tutto originale. L'autrice, nota traduttrice ed esperta di letteratura russa, ricostruisce la vicenda del poeta Majakovskij a partire dalla sua morte. E lo fa usando pochissimo la forma narrativa, ma invece presentando l'abbondante materiale da lei raccolto, con il distacco di un pubblico ministero che presenta referti e testimonianze.In una successione di stralci di testimonianze, ver [...]

    9. Edmond Dantes on said:

      nelle vie di Mosca [New York] il poeta è da solo e nessuno lo salveràadattamento da Morte di un Poeta dei Modena City ramblers4 Stelle ma con la vecchia scala delle valutazioniBuono non OttimoLa Serena Vitale riprende il Canovaccio del (a mio parere) migliore Bottone di Puskin per raccontare morte/indagini/oblio e monumentalizzazione di un libero poetaSe non fosse morto nel 1930 sarebbe stato sicuramente fucilato nel 1937, come tanti dei suoi amici poeti, delle spie che lo attorniavano o delle [...]

    10. Kaosblu on said:

      Un’indagine, una ricostruzione, un racconto intorno al suicidio di Majakovskij.Se muoio, non incolpate nessuno.E, per favore, niente pettegolezzi. Il defunto non li poteva sopportare.»Scrive il poeta nella sua lettera di congedo alla vita.Serena Vitale ha messo insieme lettere, stralci di corrispondenza,deposizioni, fotografie, ritratti del protagonista, disegni senza alcuna pretesa di stabilirne la verità, questo libro, riesce però a far respirare l’aria dell’epoca in Unione Sovietica: [...]

    11. Klava reads on said:

      In questa affascinante ricostruzione, Serena Vitale restituisce un'immagine a tutto tondo del vate della Rivoluzione, addentrandosi nella dimensione psicologica e nella vita sentimentale di un uomo piegato dalle circostanze. Amo questa donna, riesce sempre nell'intento di divulgare la cultura letteraria russa senza tradire la ricostituzione scientifica e l'indagine critica.

    12. Piego di Libri on said:

      Serena Vitale documenta e mette ordine in questo guazzabuglio, in questo pasticciaccio brutto della Russia di un tempo. Ne viene fuori un ritratto inevitabilmente contraddittorio, frastagliato, segmentato per i diversi punti di vista, le differenti presunte verità.piegodilibri/recensioni

    13. Francesco on said:

      La mia recensione potete trovarla qua: wildwoodzine/serena-vitale-

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *